Disegnare un futuro ricco di biodiversità per l’agricoltura

Il ruolo della diversità nei sistemi di produzione biologici e a basso input. AIAB invita al forum dei portatori di interesse di Grottaferrata (Rm) 19-20 aprile

Aumentare la diversità del settore primario, sia dal punto di vista organizzativo che della ricchezza varietale delle colture e delle sementi. Ossia puntare a diversificare i modelli produttivi - purché siano tutti sostenibili - e soprattutto puntare ad avere un ventaglio più ampio di specie e varietà di sementi a disposizione da poter coltivare, e quindi portare in tavola. È l'obiettivo dichiarato del Progetto europeo di ricerca Solibam* che oggi e domani, a Grottaferrata (Rm), riunirà a convegno ricercatori, agricoltori, tecnici, produttori e rappresentati istituzionali di Italia, Francia, Belgio, Svizzera, Germania, Olanda, Danimarca, Norvegia, Regni Unito e Stati Uniti. Un forum internazionale per filettere insieme e cercare risposte adeguate ai temi caldi dell'agricoltura.

Numerosi fattori, quali la crescita della popolazione, la necessità di una maggiore protezione ambientale e i cambiamenti climatici, stanno infatti aumentando la pressione sui sistemi agricoli in tutto il mondo. Ponendo la seguente domanda: come assicurare la sicurezza alimentare e la qualità del cibo, mantenendo allo stesso tempo la sostenibilità ambientale e socio-economica? L’Unione Europea sta prendendo decisioni politiche rilevanti per quanto riguarda il cosiddetto “greening” dell’agricoltura, che possono alterare considerevolmente il sistema di produzione alimentare nel prossimo futuro. Gli agricoltori europei sono pronti ad affrontare questa sfida?

Proprio per rispondere a queste domande e raccogliere le sfide odierne che l'aumento della popolazione mondiale e i mutamenti climatici pongono all'agricoltura e alla sicurezza alimentare si aprirà domani, giovedì 19 aprile, Disegnare l'agricoltura del futurolo - Stakeholder forum sulla diversità nei sistemi di produzione biologici e low input, organizzato da AIAB nell’ambito del progetto europeo SOLIBAM .

“Noi crediamo che la chiave di un sistema produttivo sostenibile – spiega Cristina Micheloni, vicepresidente AIAB - sia la diversificazione dei sistemi agricoli a diversi livelli (es. diversità genetica, diversità di specie, diversità di habitat) e che questo approccio possa essere utilmente trasferito in strategie di gestione concrete, applicabili a sistemi a basso input e biologici in Europa ed altrove”.

Il forum di Grottaferrata, che si aprirà domani per chiudersi dopodomani, sarà un'arena internazionale di discussione per riflettere in particoltare su quattro temi - semi e risorse energetiche, greening, mutamenti climatici, sistemi agricoli - che saranno articolati in altrettante sessioni tematiche.

Trasmettiamo di seguito le sessioni tematiche e il programma dettagliato del congresso internazionale.

Sessioni Tematiche

1. Semi e uso sostenibile delle risorse genetiche. focus politico: il trattato internazionale per le risorse genetiche di cibo e agricoltura e il processo di revisione della legislazione sementiera in Europa.
2. Il “Greening” dell’agricoltura
focus politico La diversità nei sistemi agricoli nel contesto della riforma della PAC
3. Cambiamenti Climatici, quali sfide per la selezione e l’agricoltura?
focus politico: la strategia per la biodiversità 2020, la strategia europea per il cambiamento climatico e l’energia.
4.Sistemi agricoli del futuro.
Focus politico: la direttiva europea sull’uso sostenibile dei pesticidi.

Programma

Thursday 19 April 2012
01:00 pm - 02:00 pm : Opening session
Welcoming, General presentation of SOLIBAM congress and its objectives.
02:15 pm - 04:00 pm : Session 1: Seeds and sustainable use of plant genetic , the International Treaty on Plant Genetic Resources for Food and Agriculture and the process of revision of seed legislation in Europe
Chairperson: Regine Anderson (FNI, Norway)
Keynote speaker: Shakeel Bhatti (ITPGRFA, FAO)
SOLIBAM responder: Isabelle Goldringer (INRA, France)
Stakeholder Roundtable:
• Scientific people: Toby Hodgkin (Platform for agrobiodiversity research)
• farmers associations: COPA-COGECA (tbc), Patrick de Kochko (RSP)
• Industry: Bruno Depres / Gautier Semences (European seed association)
• Organic seed company/ IFOAM Eu: Gebhard Rossmanith (bingenheimersaatgut/IFOAM)
04:30 pm - 06:00 pm : Session 2: Greening of agriculture: Diversity in cropping systems in the context of the CAP reform
Chairperson: Livia Ortolani (AIAB, IT)
Keynote speaker: Gianluca Brunori (UNIPI, Italy)
SOLIBAM responder: Thomas Nemecek (FDEA-ART, CH)
Stakeholder Roundtable:
• Scientific people: Maria Luisa Paracchini (EU JRC-IES, Ispra) (tbc)
• farmers associations: ECVC and Copa-Cogeca (tbc)
• Officials: DG AGR (tbc)
• Industry: european coperatives (tbc)
• Consumers:Urgenci (tbc)


Friday 20 April 2012
09:00 am - 10:45 am : Session 3: Climate change, what challenges for breeding and agriculture?
Chairperson: Edith Lammerts van Bueren (LBI, NE) (tbc)
Keynote speaker: Salvatore Ceccarelli (ICARDA)
SOLIBAM responder: Hanne Østergård (RISØ-DTU, Denmark)
Stakeholder Roundtable:
• Organic association: Cristina Micheloni (TP Organics)
• Scientific people: Brian Baker (the Organic Center, United States), Devra Jarvis (Bioversity international) (tbc)
• Officials: Annette Schneegans (EU DG Research)
02:15 pm - 04:00 pm : Session 4: Cropping systems of the future, the European Framework Directive on sustainable pesticide use
Chairperson: Paolo Bàrberi (SSSUP, Italy)
Keynote speaker: Marco Barzman or Antoine Méssean (INRA, France) (Project Manager/Chairman of ENDURE ERG)
SOLIBAM responder: Paolo Bàrberi (SSSUP, Italy)
Stakeholder Roundtable:
• Scientific people: Silke Dachbrodt/Saaydeh or other from ENDURE ERG (tbc)
• farmers associations: Pesticide action network Europe (tbc)
• Officials: DG SANCO (tbc)
• Industry: IBMA (International Biocontrol Manufacturers Association) (tbc)
04:00 pm - 05:00 pm : Closing session: Shaping diversity research
Chairperson:
• Martin Wolfe (ORC, United Kingdom)
• Philippe Baret (Université catholique de Louvain, Belgium)


* SOLIBAM è un progetto di ricerca europeo finanziato dal VII Programma Quadro che vede la partneship di 23 istituzioni, 10 Stati membri e alcuni Paesi africani, tra i quali Mali e Siria, e le cui finalità istituzionali sono: lo sviluppo di nuovi approcci di miglioramento genetico che integrino le tecniche di gestione agricola per aumentare la performance, la qualità, la sostenibilità e la stabilità delle produzioni biologiche e a basso input in Europa e in Africa subsahariana. L’ipotesi è che sistemi biologici e a basso input diversificati e che utilizzano popolazioni diversificate sono più resilienti nei confronti degli stress e quindi possono adattarsi meglio alle condizioni locali e ai cambiamenti climatici.