maie logoMAIE (Agricoltura Multifunzionale in Europa – Impatti sociali ed ecologici sulle aziende agricole biologiche)

Il Progetto MAIE  (Agricoltura Multifunzionale in Europa – Impatti sociali ed ecologici sulle aziende agricole biologiche), è cofinanziato dalla U.E. nell’ambito del Lifelong Learning Programme (LLP) per il periodo 2011-2013. Il progetto è focalizzato sull’agricoltura multifunzionale e intende creare una rete europea di formazione (network) attraverso lo sviluppo di un curriculum in materia di agricoltura sociale diretto ad imprenditori rurali provenienti da diversi settori (sociale, sanitario, giuridico ed educativo) Il curriculum è basato sullo scambio di “buone pratiche” provenienti da ogni paese coinvolto ed è elaborato in formato ECVET (Sistema Europeo di Crediti per l'Istruzione e la Formazione Professionale), per facilitare il riconoscimento di conoscenze e competenze acquisite attraverso la formazione in Europa. Il modulo formativo è tradotto 6 lingue. 
Per garantire che i risultati durino nel tempo, viene implementato un Centro di Competenza Nazionale e uno virtuale Internazionale che fornisca e connetta tra loro  le informazioni riguardanti le attività europee e nazionali sull’agricoltura multifunzionale  sociale. 
Il progetto mira quindi ad incrementare il livello di formazione o occupazione nelle aziende multifunzionali, assicurando la qualità della vita e l’occupazione dei soggetti disabili o a rischio di esclusione sociale. L’Agricoltura Multifunzionale può offrire opportunità di sviluppo individuale per coloro che necessitano di un aiuto, oltre che un approccio sostenibile di gestione della natura e di riqualificazione delle aree rurali. 
Il progetto coinvolge i seguenti partner: TÖH -Thüringer Ökoherz e.V. (Germany) PETRARCA -European Academy for the Culture of Landscape (Germany), AGROBIO –Association for the Organic Agriculture (Portugal), AIAB – Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica (Italy), MTT Agrifood Research (Finland), LEI (Wageningen University and Research Centre), AREA viva – Association for Ecology and Agriculture (Czech Republic), AGRARIAN UNIVERSITY (Bulgaria), HAS Den Bosch University of Applied Sciences (Netherlands), Cercica- (Portugal)

 

SITO WEB

http://www.maie-project.eu/

MATERIALI

MAie Curriculum - Entrepreneurship in Social Farming (EN)

MAie Curriculum - Imprenditorialità in Agricoltura Sociale (IT)

Scheda sintetica Curriculm MAie - Imprenditorialità in Agricoltura Sociale (IT)

 

INIZIATIVE REALIZZATE

 

CONFERENZA FINALE PROGETTO MAiE e CONFERENZA FARMING FOR HEALTH
 
Dal 4 al 7 Novembre 2013, a Lisbona, presso la Facoltà delle Scienze Sociali e Umane, AIAB HA partecipATO all’incontro finale e alla conferenza del progetto MAiE-Agricoltura Multifunzionale in Europa, che ha coinvolto l’associazione, insieme ad altri partner europei, nella realizzazione di un curriculum formativo sull’agricoltura sociale e nell’implementazione di attività di Rete e scambi di buone pratiche tra soggetti europei coinvolti nelle realtà di AS.
I lavori di Lisbona si sono aperti lunedì 4 novembre con due giorni di incontri interni di valutazione dei risultati tra le delegazioni europee del progetto e sono proseguiti mercoledì 6 novembre con la conferenza finale durante la quale sono state presentate le attività svolte ed è stata discussa la progettazione futura. Dal pomeriggio del 6 si è svolta la conferenza della comunità di pratiche del Farming for Health (Agricoltura per la Salute), organizzata dai partner del progetto MAiE per rafforzare le reti legate all’ AS in Europa. Nel corso della conferenza sono stati presentati casi studio europei di AS e sono stati attivati 4 gruppi di lavoro coordinati da rappresentanti della FAO, delle Università e da una delegazione del MAiE.
I partecipanti hanno avuto modo di unirsi ai seguenti gruppi di lavoro:
- aspetti di genere dell’agricoltura sociale e discussione sull’applicabilità nei Paesi in via di  sviluppo;
- turismo Rurale, Salute ed Equità;
- centri di Competenza per l’Agricoltura Sociale a livello Nazionale e Internazionale;
- reti a livello europeo. Idee e risultati del progetto.

 

23-27 SETTEMBRE 2013, ESTORIL (PT) CORSO PILOTA IN AGRICOLTURA SOCIALE 

Si è concluso il 27 Settembre, ad Estoril in Portogallo, il corso Pilota in Agricoltura Sociale (AS) rivolto ad agricoltori portoghesi e mirato alla qualifica di “Imprenditore in Agricoltura Sociale. Il corso, svolto nell’ambito del modulo di formazione (curriculum) elaborato dal progetto “MAiE- Multifunctional Agricolture in Europe” (di cui AIAB è partner), ha visto 15 partecipanti seguire una decina di docenti su tematiche legate all’AS nel contesto nazionale ad europeo, la formazione e le motivazioni necessarie per intraprendere un’attività di tipo agri-sociale, le diverse tipologie di destinatari da coinvolgere, l’organizzazione e gli adattamenti necessari in una fattoria sociale, la legislazione di riferimento, i risvolti terapeutici ed occupazionali, le buone pratiche, i fattori di rischio e di successo e le tecniche di marketing sociale. Le cinque giornate sono state articolate alternando lezioni frontali, plenarie, lavori di gruppo e visite guidate su aziende del territorio, privilegiando lo studio dei diversi tipi di disabilità, le attività agricole e il lavoro sul campo con gli utenti. 
Un Gruppo di Osservatori e Valutatori esterni (GEO), composto da ricercatori ed esperti in AS provenienti dai Paesi del partenariato (Italia, Germania, Olanda, Repubblica Ceca, Bulgaria e Finlandia), si è occupato della valutazione finale. Il GEO ha seguito l’intero percorso di studio, analizzando il livello di interazione tra docenti e partecipanti, la qualità e i contenuti del corso, i materiali didattici utilizzati, le conoscenze, competenze e capacità acquisite, per valutare in conclusione le potenzialità occupazionali e gli standard formativi che il corso ha offerto agli agricoltori portoghesi. Il gruppo di esperti ha inoltre lavorato al piano di disseminazione del progetto, per sensibilizzare istituzioni, agricoltori ed altri soggetti interessati alle opportunità offerte dall’AS e dal processo di accreditamento del modulo di formazione in questione nell’ambito del Sistema Europeo dei Crediti per l’Istruzione e la Formazione Professionale (ECVET).
Programma del Corso Pilota
 
13 Febbraio 2013, Norimberga, l’agricoltura sociale al Biofach con AIAB
"Multifunzionalità nell'agricoltura biologica: il valore aggiunto dell'agricoltura sociale"
 
L’agricoltura sociale sbarca al Biofach, la più grande fiera internazionale  del biologico a Norimberga. L’impiego delle strutture agricole per l’inserimento lavorativo e l’inclusione sociale di soggetti “svantaggiati” si sta, infatti, rapidamente diffondendo in Italia e negli altri Paesi europei. Un interesse che coinvolge sia le aziende agricole che le istituzioni, come conferma anche la recente risoluzione del Comitato Economico Sociale Europeo e l’approvazione di un testo di legge unificato da parte della Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati, in fase di rinnovo.
 Ad affrontare il tema è stato AIAB, Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica, in collaborazione con BIOFACH, il Forum Nazionale Agricoltura Sociale e i partner del progetto MAIE-Multifunctional Agricolture in Europe nel corso dell’ incontro "Multifunzionalità nell'agricoltura biologica: il valore aggiunto dell'agricoltura sociale" che si è svolto al Biofach. Nel corso dell’evento, cui hanno partecipato esperti della società civile, del mondo accademico e delle istituzioni, erano presenti  tra gli altri, il presidente di AIAB, Alessandro Triantafyllidis, Hans-Jorg Lutzeyer, European Commission DG Research and Innovation, Thomas Van Elsen  del progetto MAIE (Multifunctional Agriculture in Europe–Social and Ecological Impacts on Organic Farms), Thomas Fertl, vice presidente di  IFOAM EU.
Al centro dell’incontro le necessarie politiche di sostegno a livello europeo,  l’armonizzazione del quadro giuridico tra i vari Paesi, le strategie di finanziamento e l’identificazione di buone pratiche. Insieme alla necessità di una maggiore cooperazione tra i settori agricolo, sanitario e sociale, che oggi operano separatamente, è emersa anche l’importanza della trasferibilità delle esperienze e i programmi di ricerca che ne convalidano l’efficacia dal punto di vista sanitario, economico e sociale.
“Tra i  produttori agricoli biologici – ha sottolineato il presidente di AIAB, Alessandro Triantafyllidis – si conferma un grande interesse per i sistemi innovativi che integrano politiche di welfare e agricoltura. Come conferma  anche un’indagine di AIAB nel triennio 2007-2010, l’incidenza del settore agricolo, privato e cooperativo, passa dal 24,3% a circa il 33% sul totale delle realtà che praticano l’agricoltura sociale. Per questa ragione, AIAB è impegnata a promuovere lo sviluppo e il consolidamento delle esperienze delle reti e di tali pratiche”.  
 
 
6- 9 Novembre 2012, Roma, quarto meeting europeo
 
Dal 6 al 9 Novembre 2012 AIAB ha organizzato il quarto incontro transnazionale del progetto MAiE- Multifunctional Agriculture in Europe, che ha visto riunite insieme le 10 organizzazioni e associazioni provenienti da Germania, Portogallo, Olanda, Finlandia, Bulgaria e Repubblica Ceca, per definire e implementare il curriculum di 120 ore ECVET sull’Agricoltura Sociale (AS), la Summer School del 2013 e il Centro di Competenza Nazionale e Virtuale in AS.
 
 In particolare i lavori si sono concentrati sulla realizzazione delle unità formative del Curriculum mirato alla qualifica di “Imprenditore in AS”, articolate come segue: Unità 1. Agricoltura Sociale: lo stato dell’arte, Unità 2. Organizzazione di un’impresa agri-sociale, Unità 3. Avvio di un’impresa agri-sociale.  Il curriculum sarà testato attraverso la Summer School, un corso pilota di 40 ore (teoria e pratica in una fattoria sociale) che si svolgerà in Portogallo dal 16 al 20 settembre 2013, a cui potranno partecipare imprenditori rurali locali, i membri del partenariato MAiE ed osservatori esterni coinvolti anche nel processo dei valutazione dopo la Scuola. 
Il Centro di Competenza Nazionale e Transnazionale Virtuale sarà attivato nell’arco dei prossimi mesi in ciascun Paese partecipante e sarà strutturato in maniera tale da poter fornire sia la formazione attraverso il Curriculum, che un servizio di accoglienza, informazione e consultazione di documenti, pubblicazioni, video, articoli e novità sui progetti attivi a livello nazionale ed europeo ai soggetti e alle Reti interessate alle attività di AS.
 
 
10-13 aprile 2012, HELSINKI, TERZO MEETING DEL PROGETTO MAIE, approfondimenti sul curriculum formativo e sull’Expert Text
 
Dal 10 al 13 aprile, in Finlandia, ad Helsinki, AIAB ha partecipato al Terzo meeting del progetto europeo “Maie - Agricoltura Multifunzionale in Europa, impatti sociali ed ecologici sulle aziende biologiche”.  L’obiettivo del progetto è promuovere una rete di formazione europea attraverso lo sviluppo di un curriculum (modulo di insegnamento) plurilingue di 120 ore (80 ore di teoria e 40 ore di tirocinio in un’azienda da svolgere in Portogallo a Settembre 2013) sull’ Agricoltura Multifunzionale, diretto agli agricoltori.
Durante il meeting sono stati approfonditi gli aspetti legati alla stesura definitiva dell’Expert Text, il manuale sulla storia, le esperienze e le buone pratiche di AS, nei Paesi partner del progetto. Si è parlato inoltre delle unità formative da inserire all’interno del curriculum, in particolare, dell'avvio e gestione di un’azienda sociale e delle terapie da utilizzare in agricoltura in relazione a differenti tipi di svantaggio. Si è scelto di presentare i moduli in questione attraverso una modalità frontale. Al meeting hanno partecipato 6 dei 7 Paesi membri del progetto, Italia, Olanda, Germania, Finlandia, Portogallo e Repubblica Ceca
 
 
Olanda, Schaijk, 12-14 Ottobre 2011,  incontro sul sistema europeo di crediti ECVET 
 
Dal 12 al 14 Ottobre a Schaijk (Olanda), Aiab, insieme ai partner del progetto MAIE- Multifunctional Agriculture in Europe-, ha partecipato ad un incontro volto ad approfondire la conoscenza del sistema europeo di crediti per l'istruzione e la formazione professionale - ECVET (European Credit system for Vocational Education and Training)
Il sistema ECVET è mirato ad agevolare il trasferimento, il riconoscimento e l'accumulo dei risultati comprovati dell'apprendimento delle persone interessate ad acquisire una qualifica.* Ciò consente di migliorare la comprensione generale e la trasparenza di tali risultati dell'apprendimento, favorendo la mobilità delle persone in formazione attraverso l'intera Europa.
Il sistema è applicabile a tutti i risultati dell'apprendimento conseguiti attraverso vari percorsi di istruzione, formazione e apprendimento professionale sia formale che informale. Esso intende favorire la compatibilità, comparabilità e complementarità dei sistemi come interfaccia fra le disposizioni esistenti a livello nazionale e regionale per l’accumulo, riconoscimento e trasferimento dei crediti. 
ECVET deve essere attuato attraverso partenariati e reti cui partecipino autorità e istituzioni responsabili in materia di qualifiche e diplomi, i soggetti erogatori di istruzione e formazione professionale, le parti sociali e le altre parti in causa, sulla base di accordi di apprendimento (protocolli d’intesa) che costituiscano un quadro adatto per il trasferimento dei crediti.
ECVET facilita quindi il riconoscimento dei risultati dell'apprendimento conformemente alla legislazione nazionale, nel quadro della mobilità, in vista del conseguimento di una qualifica formata da unità di risultati (insieme di conoscenze, capacità e competenze acquisite).
 
* Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18 giugno 2009 (Gazzetta ufficiale C 155 dell'8-7-2009
 
17 Maggio 2011, Roma, incontro del Focus Group – progetto Maie
 
Il primo incontro del Focus Group del progetto europeo “MAIE – Agricoltura Multifunzionale in Europa” si è svolto a Roma martedì 17 maggio dalle 10 alle 14 presso la sede dell’AIAB. Il Focus Group è un gruppo di 8/10 soggetti afferenti a diversi settori, sanitario, sociale, giuridico, educativo, universitario, della ricerca e della pubblica amministrazione, che collabora con AIAB nella definizione di nuove strategie per l’Agricoltura Sociale a livello nazionale.
L’obiettivo dell’incontro è stato la condivisione di argomenti e proposte inerenti l’Agricoltura Sociale (AS) attraverso la compilazione di un questionario composto da 14 domande riguardanti le attività svolte e i servizi erogati nell’ambito dell’AS, gli attori principali e i soggetti interessati, i luoghi in cui vengono svolte le attività in questione, il tipo di formazione professionale per gli operatori (dei fornitori dei servizi afferenti all’AS), la tipologia di regolamentazione nazionale, il lavoro in co-operazione con il settore socio-sanitario, i progetti in corso, i punti di forza e i punti di debolezza,  le opportunità di crescita. Tali elementi saranno la base per la successiva attivazione del curriculum, un modulo di insegnamento tradotto in 6 lingue, diretto ai soggetti coinvolti nell’agricoltura sociale e accreditato a livello europeo attraverso l’assegnazione dei crediti formativi ECVET
Questionario del Focus Group
 
22-25 Marzo 2011, Creuzburg, kick off meeting MAiE
 
Si è svolto dal 22 al 25 marzo a Creuzburg (Thuringia, Germania) il meeting iniziale del Progetto MAIE Agricoltura Multifunzionale in Europa - impatti sociali ed ecologici sulle aziende biologiche.
Nel corso del meeting sono stati affrontati gli argomenti inerenti lo sviluppo di strumenti che permettano un’efficace collaborazione tra i partner del progetto MAIE al fine di realizzare tutte le attività previste nel corso dei tre anni. Le tematiche trattate hanno riguardato il piano di comunicazione, lo sviluppo dei questionari da somministrare al focus group allo scopo di analizzare le loro esigenze e il sistema di rilascio dei crediti formativi per i corsi di formazione che saranno sviluppati all’interno del progetto. Il curriculum è un modulo di insegnamento basato sullo scambio di buone pratiche e di esperienze condivise all’interno del focus group (un gruppo di soggetti afferenti ai settori sociale, sanitario, giuridico, educativo, universitario/ricerca e della pubblica amministrazione che collabora con i partner del progetto a livello nazionale),  in ciascun paese coinvolto, è tradotto in 6 lingue e intende essere accreditato a livello europeo attraverso l’assegnazione dei crediti formativi ECVET. Il curriculum e il materiale comunicativo prodotto saranno inseriti all’interno dell’Expert Text, un manuale con i risultati delle attività svolte nel Maie. Per garantire la sostenibilità del progetto si vuole creare un Centro di Competenza Nazionale e un Centro Virtuale Internazionale che fornisca e connetta tra loro le informazioni riguardanti le attività europee sull’agricoltura multifunzionale e sociale e che sia fruibile da tutti i soggetti interessati. E’ stato inoltre approfondito il tema della valutazione di un progetto, uno strumento utile per dare un valore aggiunto agli obiettivi del MAIE attraverso un punto di vista esterno (un esperto in materia di valutazione di progetti europei) e fornire suggerimenti per migliorare la gestione e il proseguimento del progetto.
Queste le organizzazioni presenti al meeting: TÖH (DE), Petrarca (DE), Agrobio (PT), Aiab (IT), MTT (FI), LEI (NL), Area Viva (CZ), HAS (NL), INR (PT)