Nuovo impulso allo sviluppo della filiera corta bio

Grazie al progetto Login BIO cofinanziato dal MIPAAF e promosso dalle associazioni regionali AIAB Campania, Calabria, Sardegna, Sicilia ed Umbria, saranno sperimentate nuove forme di logistica innovativa per le produzioni biologiche da filiera corta.

La qualità e la sicurezza degli alimenti biologici sono strettamente correlate alla riduzione del tempo e del numero di passaggi intercorrenti tra produzione in campo e consumo in tavola. Risulta quindi prioritario organizzare una speciale logistica per i prodotti destinati alla vendita diretta, costituendo Piattaforme di commercializzazione specifiche per le aziende che intendono realizzare questo tipo di esperienze.

La filiera corta rappresenta in primis un eccezionale strumento di promozione del prodotto biologico, perché riesce a creare un rapporto fiduciario tra chi produce e chi consuma. Grazie al progetto “LoginBIO” saranno individuate soluzioni tecniche mirate ad ottimizzare i risultati propri del “modello filiera corta” ed a garantire la qualità intrinseca del prodotto biologico, al fine di soddisfare le aspettative del consumatore rispetto alla qualità organolettica ed alla salubrità.

E’ perciò importante organizzare anche un efficace servizio di consulenza alla fase produttiva, volta ad individuarne i punti deboli ed a ricercare soluzioni innovative da adattare ai diversi contesti territoriali. 

Riassumendo, gli obiettivi specifici del progetto “LoginBIO” sono i seguenti:

 

  • definire i fabbisogni dei produttori biologici in tema di commercializzazione, 
  • individuare nuove forme di commercializzazione delle produzioni biologiche,
  • sperimentare piattaforme locali di commercializzazione,
  • formare i produttori che intendono adottare il modello “filiera corta”,
  • fornire consulenza all’avvio di esperienze di filiera corta,
  • stabilire norme comuni di produzione e commercializzazione.

 

Vai sul sito di Login BIO (www.loginbio.net)